PADOVA: DOMENICA IN 106 MILA AL VOTO (2)
PADOVA: DOMENICA IN 106 MILA AL VOTO (2)

(Adnkronos) - In queste ultime ore di campagna elettorale ha suscitato numerose reazioni l'intervento di sei sacerdoti, autorevoli esponenti della Curia padovana. Partendo da un richiamo ai valori cristiani, i sei preti tra i quali mons. Giovanni Nervo, gia' vicepresidente nazionale della Caritas hanno preso le distanze del centro destra e dalle ultime scelte di Buttiglione, sostenendo Saonara, che per nove anni e' stato presidente diocesano dell'Azione Cattolica e ora e' vicepresidente regionale delle Acli. ''Sei preti non fanno una chiesa'', ha subito replicato l'altro giorno a Padova Marco Pannella, mentre, da parte sua il portavoce della diocesi di Padova ha risposto che ''non ci schieriamo per alcun ragruppamento politico e per alcun candidato. Le opinioni dei sei sacerdoti vanno interpretate come una riflessione a voce alta di quei preti, utile a contribuire, in un momento politicamente confuso, a mettere a fuoco valori e criteri di scelta. Ma, non e' corretto intenderle come una presa di posizione in favore dell'una o dell'altra parte politica della Curia, del vescovo o, addirittura, della Diocesi''.

Certo e' che per Giovanni Saonara le parrocche del collegio elettorale di ''Padova Ovest'' si sono mobilitate: una mobilitazione spontanea per Saonara che, appunto, per poco meno di 10 anni e' stato presidente dell'Azione Cattolica. (segue)

(Dac/Zn/Adnkronos)