PAR CONDICIO: FALOMI (PROGRESSISTA), VIGORELLI CENSURA PRODI
PAR CONDICIO: FALOMI (PROGRESSISTA), VIGORELLI CENSURA PRODI

Roma, 7 apr. -(Adnkronos)- ''L'impressione che si riceve leggendo le direttive di Vigorelli e' quella di una escogitazione per censurare Prodi''. Lo afferma il senatore progressista Antonello Falomi per il quale ''non ha alcun fondamento'' la decisione del direttore della Tgr di dare notizia, secondo quanto riportato dal quotidiano 'La Repubblica', ''solo dei leaders ammessi dalla Commissione di vigilanza alle tribune elettorali nazionali''.

Secondo Falomi, che fa parte della Commissione, infatti, la Vigilanza ''si e' limitata a programmare, secondo criteri di equita', la presenza delle forze politiche e degli schieramenti regionali nelle tribune. La scelta dei partecipanti alle tribune e' di esclusiva competenza delle forze politiche e degli schieramenti''.

''Le precisazioni contenute nella 'circolare Vigorelli' -ha detto ancora il senatore progressista- non hanno alcun fondamento formale ne' nelle decisioni della Commissione di vigilanza ne' nel decreto legge sulla par condicio. Le decisioni su chi ha diritto di andare in onda e chi no sono state prese solo e soltanto dal direttore Vigorelli. Quanto alla serieta' giornalistica di tali decisioni, condidivo in pieno le valutazioni dell'Associazione Stampa romana''.

(Sin/Pn/Adnkronos)