PAR CONDICIO: GIULIETTI, GAMBINO SI PRESENTI IN PARLAMENTO
PAR CONDICIO: GIULIETTI, GAMBINO SI PRESENTI IN PARLAMENTO

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - ''La latitanza del governo sulla questione delle modifiche al decreto sulla par condicio, sollecitate dalle emittenti radiofoniche, dalle tv locali e dalla carta stampata, e assunte come emendamenti dai parlamentari del Centrosinistra e' grave e per certi versi incomprensibile''. Lo afferma, in una dichiarazione, il parlamentare progressista Giuseppe Giulietti che sollecita il ministro delle Poste Gambino a presentarsi in Parlamento o in commissione ''per spiegare quanto accaduto e quali eventuali pressioni abbia ricevuto''.

''Forse -aggiunge Giulietti- una spiegazione c'e': la mancanza di volonta' da parte di Gambino. Non e' un misteero che Gambino era stato nominato proprio da Berlusconi come componente della comissione dei tre saggi incaricati di studiare per conto del governo presieduto dal Cavaliere le Norme sul conflitto di interessi. Non e' un mistero che Berlusconi ha fatto di tutto per impedire una reale ed efficace normativa, che garantisse le pari condizioni in campagna elettorale. Il risultato e' sotto gli occhi di tutti. Un decreto discutibile hce penaliza in mnodo insostenibile la piccola emittenza''.

Secondo Giulietti 'c'era un modo molto semplice per risolvere il problema, in modo netto e senza pateracchi: vietare gli spot elettorali sulle emittenti naziionali''. I lparlamentare Progressista annuncia per i prossimo giorni, col comitato interparlamentare per la liberta' di informazione, manifestazioni ''anche clamorose'' a sostegno ''delle giuste rivendicazioni delle emittenti radio tv e della carta stampata''.

(Pol/As/Adnkronos)