PR: MAGLIE - NON CORRO, MA GLI ALTRI MI PROPONGONO
PR: MAGLIE - NON CORRO, MA GLI ALTRI MI PROPONGONO

Roma, 7 apr. -(Adnkronos)- Alcuni la indicano come candidata numero uno per suceder a Emma Bonino alla guida del Partito Radicale: ''non corro per la segreteria -ribatte- sono gli altri che mi propongono''. Torna cosi' sulla scena Maria Giovanna Maglie, inviata Rai all'epoca della guerra del Golfo e poi corrispondente dagli Stati Uniti, prima di essere coinvolta in una vicenda giudiziaria per una questione di note spese, finita con l'archiviazione nell'ottobre scorso. Ora collabora con Radio Radicale, con corrispondenze quotidiane dagli Usa di 10-15 minuti, e sta organizzando a New York una conferenza internazionale sulla pena di morte, ''per infrangere un tabu' -spiega ai giornalisti durante i lavori del 37.mo Congresso radicale- proprio la' dove la pena di morte e' ancora praticata. In attesa che la Rai mi ridia il posto che mi e' stato tolto illegalmente''.

Gia', la Rai. Maglie non risparmia giudizi sull'informazione dell'azienda radiotelevisiva di Stato: ''Non e' in buona salute, vedo una gran confusione da par condicio. C'e' una perdita di identita': prima la dichiarazione di appartenenza ad un partito rendeva tutti liberi, adesso non si capisce piu' cosa sia il servizio pubblico e il dovere professionale di informazione''.

(Sam/Pn/Adnkronos)