PRODI: IL SOCIOLOGO - E' LA SUBLIMAZIONE DELLA VAGHEZZA
PRODI: IL SOCIOLOGO - E' LA SUBLIMAZIONE DELLA VAGHEZZA

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - ''Romano Prodi? E' la sublimazione della vaghezza e della genericita' della risposta lasciata a meta', che e' poi uno dei tratti salienti della cultura cattolica di sinistra''. E' quanto ha detto il sociologo della comunicazione Gianni Statera commentando l'esibizione del leader dello schieramento di centro-sinistra alla trasmissione ''Temporeale'' di Michele Santoro.

Statera, che era stato uno dei primi a sottolineare ''le difficolta' comunicative'' dell'ex presidente dell'Iri, ha sostenuto che l'esibizione televisiva di giovedi' sera ha fatto intravedere ''un lievo miglioramento nell'eloquio di Prodi, il quale pero' continua pur sempre a mangiarsi le parole, anche se in misura minore''. Secondo il preside della facolta' di Sociologia dell'universita' ''La Sapienza'' di Roma, Prodi ''sembra non avere il necessario fascino di attrazione verso quei ceti sociali che lo schieramento politico che lo appoggia vorrebbe conquistare: non mi sembra infatti in grado di attirare i consensi dei professionisti, dei commercianti e degli artigiani oggi schierati in gran parte sul versante di centro-destra. Nella vasta rosa di papabili che il centro-sinistra aveva a sua disposizione ho paura che sia stato scelto quello che offre i minori vantaggi comunicativi''.

(Pam/As/Adnkronos)