D'ANNUNZIO: IL VOLO DAL VITTORIALE? A SPINGERLO FU UNA DONNA
D'ANNUNZIO: IL VOLO DAL VITTORIALE? A SPINGERLO FU UNA DONNA
LA RIVELAZIONE IN UN DIARIO INEDITO DEL POETA

Roma, 8 apr. -(Adnkronos)- Il volo di Gabriele D'Annunzio dalla finestra del Vittoriale, la notte del 13 agosto 1922, non fu ne' un tentativo di suicidio, ne' un complotto politico ma molto piu' semplicemente fu causato da una spinta di una giovane donna che non gradiva le sue molestie sessuali. Una delle vicende piu' misteriose della biografia del Vate e' stata ora risolta e il merito e' dello stesso D'Annunzio, che racconto' la verita' in un documento rimasto finora inedito, pur essendo conservato negli archivi del Vittoriale. A gettare nuova luce sull'episodio e' infatti un diario tenuto dai medici Antonio Duse e Francesco D'Agostino nel quale sono raccolte tutte le parole pronunciate dal poeta durante lo stato d'infermita': il testo, offerto in edizione critica, arriva in questi giorni in libreria con il titolo ''Siamo spiriti azzurri e stelle'' (Giunti editore), curato da Pietro Gibellini, professore di letteratura italiana all'universita' di Trieste.

Gibellini ricostruisce con precisione la dinamica della caduta di D'Annunzio, che gli procuro' una commozione cerebrale, tenendolo a letto per un mese e convalescente fino all'autunno. Erano da poco passate le undici della sera del 13 agosto e il Vate era seduto sulla finestra ad ascoltare Luisa Baccara, maitresse della villa di Gardone, che suonava il pianoforte. Si avvicino' a lui Jolanda, ribattezzata Jojo' e sorella minore della Baccara, oggetto di attenzioni pesanti che probabilmente la infastidirono oltre misura. La giovane reagi' con una spinta che avrebbe fatto perdere l'equilibrio al poeta. ''E Jojo'? Iolanda, sai, si sara' spaventata e sara' scappata a Venezia?'': e' questo il riferimento di D'Annunzio, annotato dai medici nell'inedito diario alla data del 21 agosto, all'ipotesi che riconosce come piu' probabile causa della caduta una spinta involontaria della ragazza. (segue)

(Pam/Pn/Adnkronos)