NUOVI SANTI: DOPO PADRE PIO I CAPUCCINI AVRANNO 'FRA CECILIO'(2)
NUOVI SANTI: DOPO PADRE PIO I CAPUCCINI AVRANNO 'FRA CECILIO'(2)

(Adnkronos) - Attingendo dalle testimonianze sulla vita e sull'opera di fra Cecilio, spicca la sua predilezione per i poveri che culmina con l'istituzione, avvenuta nel '59 grazie all'aiuto dell'industriale Emilio Grignani, dell'Opera di S. Francesco: un grande refettorio, tuttora operante a Milano, per i poveri e gli emarginati. Fra Cecilio si era comunque gia' fatto conoscere anche prima, nel periodo bellico e sotto il fascismo, quando il convento dei Cappuccini di viale Piave divenne luogo di passaggio di perseguitati politici ed ebrei.

Le stesse istituzioni cittadine non furono insensibili all'attivita' di fra Cecilio, che ebbe infatti due riconoscimenti, ancora in vita. Il primo risale al dicembre '69 quando il sindaco di Milano gli conferi' una medaglia d'argento di benemerenza civica, con la seguente motivazione: ''frate cappuccino svolge da 60 anni a Milano opera di assistenza materiale e morale fra gli indigenti e i derelitti della societa' offrendo loro il vero senso della fratellanza e dell'amore cristiano''. Dello stessso tenore le motivazioni della medaglia d'oro conferitagli dalla Provincia di Milano nel dicembre del '73.

(Plu/Gs/Adnkronos)