DEPRESSIONE: ''PER GUARIRE PROVATE CON SOCRATE E PLATONE'' (2)
DEPRESSIONE: ''PER GUARIRE PROVATE CON SOCRATE E PLATONE'' (2)
REAZIONI DI LOSURDO, COLLETTI, ALBISETTI, DE CRESCENZO

(Adnkronos) - Come reagiscono a questa singolare proposta i colleghi di Donnici? Domenico Losurdo, docente di storia della filosofia all'universita' di Urbino come l'autore dell'idea, esprime scetticismo: ''Non condivido la posizione di chi sostiene che la filosofia debba prendere il posto della religione, ormai in crisi, chiamandola a rispondere alle domande sull'esistenza''. Drastico Lucio Colletti, docente di filosofia teoretica all'universita' ''La Sapienza'' di Roma: ''La filosofia ridotta a saggezza spicciola riflette a pennello lo stato della disciplina nel mondo, che per tre quarti e' ridotta a giaculatoria sull'esistenza. Questa proposta conferma poi l'ignoranza del filosofo nell'anteporre le capacita' terapeutiche di questa melensa saggezza rispetto alle procedure e alle terapie cliniche freudiane''.

E gli psicoterapeuti? Approva Valerio Albisetti, allievo di Cesare Musatti: ''E' una bella idea, perche' potrebbe aiutare anche noi psicologi a rimettere al centro delle terapie la componente esistenziale dei nostri pazienti. Certo, il ruolo di consulente esistenziale dei filosofi dovrebbe essere disciplinato con la predisposizione di un albo nazionale, come esiste gia' per gli psicologi''. L'iniziativa piace anche allo scrittore Luciano De Crescenzo, che si autodefinisce fiancheggiatore della filosofia, autore di numerose opere divulgative sui pensatori greci: ''Una proposta giusta, dal momento che il filosofo puo' essere considerato una specie di psicoanalista. L'arte del filosofare aiuta a vivere meglio, perche' affronta con crudo realismo i grandi temi dell'esistenza''.

(Pam/Pn/Adnkronos)