MILANO: GLI ESPERTI ''BOCCIANO'' LA RACCOLTA DIFFERENZIATA (3)
MILANO: GLI ESPERTI ''BOCCIANO'' LA RACCOLTA DIFFERENZIATA (3)

(Adnkronos) - Milano allora ha fatto una scelta anacronistica? ''Sicuramente diversa da quella delle altre grandi citta'. E' l'unica metropoli -sostiene Urbini- che improvvisamente da un giorno all'altro si e' buttata a capofitto sulla strada della raccolta differenziata spinta. Adesso bisognera' valutare i risultati in termini economici e di effettiva fattibilita'. Certo, se la si confronta agli indirizzi su cui punta tutto il resto del mondo, e' una scelta anacronistica''.

E se si obietta che ci sono paesi come la Svizzera che fanno una raccolta differenziata spinta da anni, l'esperto non ha dubbi: ''li' -spiega- il governo paga fior di quattrini per avere questo tipo di servizio. La raccolta, insomma, e' sostenuta artificialmente. Dopodiche' siccome il paese non ha un mercato adeguato per smaltire i prodotti recuperati, li 'esporta', anche regalandoli, in Italia. Oggi nel nostro paese la media nazionale della raccolta differenziata e' il 4,5 per cento, Milano e' arrivata al 10 per cento. E allora mi chiedo: quando la raccolta differenziata arrivera' al 30-40 per cento il mercato italiano sara' in grado di assorbire tutta questa roba? Io sono molto scettico''.

(Ccr/Pn/Adnkronos)