AMBIENTE: NASCE ECOMED, ESPORTERA' TECNOLOGIE NEL MEDITERRANEO
AMBIENTE: NASCE ECOMED, ESPORTERA' TECNOLOGIE NEL MEDITERRANEO

Roma, 22 apr. -(Adnkronos)- Roma vuol tornare a essere ''Caput mundi''. Del Mediterraneo, questa volta, con un ambizioso progetto voluto dal sindaco Rutelli e finanziato dall'Acea e dall'Ama. Si chiama Ecomed, e' un' agenzia ''per lo sviluppo sostenibile del Mediterraneo'' ed ha un capitale di 500 milioni. L'obiettivo -scrive lo speciale ''Territorio e Ambiente'' dell'Adnkronos- e' di fare della Capitale il punto di riferimento per la cooperazione e la promozione di politiche ambientali innovative tra le citta' del Mediterraneo. E di offrire opportunita' di crescita alle imprese romane incoraggiando lo sviluppo di tecnologie pulite.

''L'Agenzia nasce per trasformare in esperienze concrete alcune delle proposte fatte in questi anni per migliorare il rapporto imprese-ambiente'' spiega Gianni Squitieri, l'ex direttore di Greenpeace Italia che coordina la squadra di cinque ambientalisti-manager in forza all'Agenzia.

''Nel Mediterraneo le realta' urbane stanno per essere investite di nuove e importanti responsabilita'. E l'Unione europea si prepara a investire circa 11mila miliardi entro il 1999 dedicando un'attenzione particolare allo sviluppo equilibrato degli agglomerati urbani. E' un'occasione irripetibile -aggiunge il sindaco Francesco Rutelli- non solo per contribuire allo sviluppo sostenibile dell'intero bacino ma anche per offrire un'opportunita' alle imprese romane. Di qui e' nata l'esigenza di costituire una Agenzia ad Hoc''. (segue)

(Ccr/Pn/Adnkronos)