AUTHORITY: 200 EMENDAMENTI PRESENTATI ALLA CAMERA
AUTHORITY: 200 EMENDAMENTI PRESENTATI ALLA CAMERA
RASI (AN), LA SINISTRA FA CONFUSIONE

Roma, 22 apr. - (Adnkronos) - Sono 200 gli emendamenti al disegno di legge sull'istituzione dell'Authority per i servizi pubblici presentati alla commissione Attivita' produttive della Camera. Equamente divise tra tutti i gruppi, le proposte di modifica si concentrano soprattutto sull'articolo 4 del progetto Cavazzuti, dove sono definite le funzioni delle tre autorita' proposte: la prima per energia e gas, le altre due per i trasporti e le telecomunicazioni. Il comitato ristretto delle commissioni che hanno in carico il progetto (Attivita' produttive e Trasporti) si riunira' mercoledi' e giovedi' prossimo per valutare gli emendamenti presentati. Al termine, nella stessa giornata di giovedi', iniziera' l'esame del ddl in sede referente con l'obiettivo di portarlo in aula il prossimo 2 maggio.

Lo scontro politico delle scorse settimane si e' focalizzato principalmente sulla proposta di authority per le telecomunicazioni. I relatori Sante Perticaro (Ccd) e Giorgio Bernini (FI) hanno criticato l'opportunita' di assegnare a questo organismo anche la competenza sui programmi radiotelevisivi, di cui si sta gia' occupando la commissione speciale presieduta da Giorgio Napolitano. Critiche all'impostazione del ddl gia' approvato dal Senato vengono anche dal responsabile economico di An Gaetano Rasi: ''la sinistra - ha detto all'Adnkronos - ha messo in questo disegno di legge cento cose, creando confusione e rendendo tutto piu' difficile e complicato. Gli esponenti di sinistra hanno lanciato accuse contro ipotetici oppositori al processo di privatizzazione, ma di fatto sono loro a impedire il regolare svolgimento delle privatizzaioni, che invece vanno fatte in maniera oculata''.

(Lio/Gs/Adnkronos)