CAMBI: AMEX, MONETA UNICA IN EUROPA IL 2050
CAMBI: AMEX, MONETA UNICA IN EUROPA IL 2050

Londra, 22 apr. (Adnkronos)- E' toccato all'American Express Bank sdrammatizzare le fantasmagoriche cifre del deficit e del debito pubblico americani e replicare alle accuse europee di ''benign neglect'', di benevola negligenza nei confronti del dollaro, ragione essa stessa delle turbolenze valutarie di questi giorni sui mercati internazionali. Secondo un rapporto della piu' americana delle istituzioni, la moneta unica in Europa e' ben lungi dall'essere di prossima realizzazione e cio' soprattutto a causa delle altrettanto fantasmagoriche cifre del deficit e del debito pubblico di Svezia, Italia e Grecia. Che riusciranno ad adeguarsi ai criteri fissati dal Trattato di Maastricht non prima del 2050, a meno che non riescano a trovare prima una miracolosa, quanto drastica ricetta che riduca negli anni a venire la spesa pubblica.

Il rapporto dell'American Bank Express predice che, con un debito pubblico che e' il 92,3 per cento del prodotto interno lordo -60 per cento e' il valore di riferimento- la Svezia, e poi l'Italia e la Grecia, rispettivamente al 123,7 e al 121,3 per cento, non riusciranno ad adempiere alle richieste di Maastricht prima del 2050. Piu' ''rosea'' la situazione per il Belgio che, pur avendo un debito pubblico del 140,1 per cento del Pil, potrebbe farcela in 30 anni.

Per la Amex, il ''rosso'' di questi Paesi e' per la maggior parte imputabile al problema comune di una crescente popolazione di pensionati che il sistema sociale non riesce piu' a mantenere (emblematico il caso dell'Italia): cosi' non dovrebbe soprendere che dal 1980 ad oggi il debito pubblico medio europeo e' passato dal 41 al 76 per cento del Pil. (segue)

(Nap/Pe/Adnkronos)