TRAPIANTI: 500 LETTERE A OSPEDALI PER UN CUORE ALLA FIGLIA
TRAPIANTI: 500 LETTERE A OSPEDALI PER UN CUORE ALLA FIGLIA

Roma, 24 apr. -(Adnkronos)- Con 500 lettere inviate ai primari di chirurgia d'urgenza, ai primari pediatri e di pronto soccorso degli ospedali italiani, i coniugi Lubin chiedono un cuore per la loro figlia Ghila, di 4 mesi, affetta da una grave forma di cardiomiopatia dilatativa. La piccola e' in attesa di trapianto al Bambino Gesu' ed il suo caso e' attualmente il piu' grave in Italia ed in Europa.

Le lettere, inviate attraverso l'Associazione per l'assistenza al bambino cardiopatico di Milano, a firma del presidente Sigfrido Montella, vogliono sensibilizzare i vari ospedali a trovare i donatori per la bambina cosi' da essere d'utilita' anche per tutti gli altri bambini che ne avranno bisogno. ''E' gia' successo - spiega Davide Lubin all'Adnkronos - che dei genitori volevano donare gli organi dei figli deceduti, ma la struttura ospedaliera non sapeva a chi rivolgersi''.

''Anche voi potete essere protagonisti in questa lotta per la vita - dice la lettera - se si presenta la possibilita' di poter espiantare cuori-polmoni potete collaborare facendo riferimento ai vari centri di coordinamento trapianti per il Nord, il Centro e il Sud Italia. In questo momento, ad esempio, e' in attesa di trapianto cardiaco a Roma la piccola Ghila di 4 mesi, la cui vita e' appesa ad un filo. Noi confidiamo nella vostra collaborazione, anzi nel vostro impegno, per salvare la vita di Ghila e di tanti altri bambini in attesa di trapianto''.

(Ria/Pn/Adnkronos)