PERU': IL CONGRESSO INCRIMINA GARCIA
PERU': IL CONGRESSO INCRIMINA GARCIA

Lima, 28 apr. (Adnkronos/Dpa)- Il Congresso del Peru' ha votato a Lima all'unanimita' -59 voti contro zero- per l'avvio di un procedimento giudiziario costituzionale contro l'ex presidente Alan Garcia (1985090) -esule dal 1992 in Colombia- per i reati di corruzione, concussione, collusione illecita, incompatibilita' di interessi ed arricchimento illecito. Garcia, sospettato di avere ricevuto una bustarella di 1.040.000 dollari dal consorzio italiano Tralima per l'appalto per la costruzione della metropolitana di Lima, rischia fino a 12 anni di prigione.

Insieme all'ex presidente sono stati incriminati l'ex ministro degli Esteri Luis Gonzalez Posada e il direttore della Pianificazione Javier Tantalean. Il voto del Congresso, cui seguiranno l'incriminazione presso la Procura generale della repubblica e la Corte suprema di giustizia, era stato preceduto ieri dalla clamorosa costituzione alle autorita' di Lima dell'imprenditore italoperuviano Alfredo Zanatti, presunto intermediario tra la Tralima e Garcia.

(Lun/Gs/Adnkronos)