PENSIONI: SORESINA (FEDERMECCANICA) BOCCIA METODO E MERITO
PENSIONI: SORESINA (FEDERMECCANICA) BOCCIA METODO E MERITO
PER FONDI PENSIONE SGRAVI CONTRIBUTIVI ALLE AZIENDE

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - ''Un sistema di concertazione che cerca il consenso delle parti sociali, deve sfociare in un'intesa in cui ci sia la firma di tutte le parti e non di una sola''. Il direttore generale di Federmeccanica Bruno Soresina boccia l'accordo sulle pensioni partendo dal metodo adottato dal governo: ''se ci deve essere il consenso di tutti - sottolinea - l'accordo deve essere firmato da tutti''.

Ma Soresina, dopo aver premesso che ''comunque si e' finalmente fatto qualcosa di strutturale per la previdenza'', condivide il giudizio negativo della Confindustria sul merito della riforma. ''Le nostre aspettative - dice - erano per una riforma che arrivasse a regime in tempi piu' rapidi e non dopo 18 anni. Ma l'aspetto negativo piu' evidente - aggiunge - e' il processo molto lento di abolizione delle pensioni di anzianita', in un contesto internazionale in cui c'e' una tendenza ad aumentare a 67-68 anni l'eta' pensionabile''. Se l'obiettivo dell'uscita anticipata dal mondo del lavoro e' quello di creare spazi per nuovi occupati, secondo Soresina ''e' pura utopia'', mentre ''all'atto pratico con questa riforma si allarga la differenza con gli altri paesi''.

Per quanto riguarda la previdenza integrativa, Soresina ribadisce l'opposizione all'uso del tfr fin qui accumulato, mentre e' favorevole a destinare ai fondi pensione il 18 pc del tfr di esercizio, come previsto nell'ultimo contratto di categoria. ''Ma per far decollare veramente i fondi pensione - dice Soresina - occorrono sgravi contributivi''. La proposta di Federmeccanica e' di destinare, in regime di esenzione fiscale e contributiva, l'aumento netto in busta paga che dovesse derivare da un incremento del fatturato aziendale.

(Lio/Gs/Adnkronos)