BANCHE: DIRIGENTI IN SCIOPERO DOMANI E 5 GIUGNO
BANCHE: DIRIGENTI IN SCIOPERO DOMANI E 5 GIUGNO

Milano, 29 mag. - (Adnkronos) - Disagi nelle banche di tutta Italia domani, 30 maggio, ed il 5 giugno. Non sara' infatti possibile effettuare tutte le operazioni ed alcune filiali rimarranno chiuse, tutto a causa di uno sciopero dei funzionari e dei dirigenti del credito: ''Scioperiamo anche se per noi e' una forma di protesta insolita -afferma Tino Gipponi, presidente della Federdirigenticredito, sindacato di categoria con 35mila iscritti- perche' dal giugno del 1993 il nostro contratto di lavoro e' 'in sospeso'.

A far scattare proprio ora la protesta e' la proposta avanzata dalle controparti, Assicredito e Acri, per sanare il ritardo del contratto, giudicata insufficente e dilatoria dalla Federdirigenticredito: una proposta che per Gipponi ''si puo' tranquillamente definire provocatoria. Per sanare la situazione, infatti, ci e' stata fatta una proposta a stralcio valida fino al 30 dicembre prossimo (una 'una tantum' a copertura del ritardo del contratto, ndr), con un'offerta pari al 4 per cento della somma degli stipendi nel periodo saltato dal contratto (4 milioni e mezzo di lire circa, ndr). Evidentemente non sanno che negli ultimi due anni l'inflazione programmata era all'8,9 per cento e che quella reale si e' attestata intorno al 12 per cento''.

''Insomma con quest'offerta non riusciamo nemmeno a mantenere il potere d'acquisto dei nostri stipendi'', conlude Gipponi. In preparazione degli scioperi, funzionari e dirigenti di banca terranno una manifestazione pubblica oggi pomeriggio a Milano, nella sala congressi della Provincia.

(Car/Zn/Adnkronos)