DPEF: FANTOZZI, ATTENTI ALL'INFLAZIONE
DPEF: FANTOZZI, ATTENTI ALL'INFLAZIONE

Roma 29 mag. (Adnkronos) - Il pericolo inflazione dovra' essere tenuto ben presente nella definizione delle misure per la prossima finanziaria: a sottolinearlo e' il ministro delle Finanze Augusto Fantozzi a margine della consegna dei diplomi agli ufficiali della Guardia di finanza. ''Bisognera' -ha sottolineato il ministro- fare molta attenzione a non incidere sull'inflazione''. In sostanza, cio' puo' significare che gli interventi sull'Iva saranno ridotti al minimo e in ogni caso orientati verso soluzioni con il minor impatto possibile sull'inflazione.

Fantozzi comunque non ha voluto fornire anticipazioni sulle scelte alle quali i ministri economici stanno ancora lavorando, limitandosi a confermare, sul versante delle entrate la previsione di maggiori entrate per 4.000 miliardi dalla lotta all'evasione: ''il precedente Governo -ha sottolineato- aveva gia' previsto come maggiori entrate per il '96 4.000 miliardi dall'ampliamento della base imponibile grazie al concordato di massa. Si tratta di effetti di trascinamento gia' previsti.

Quanto alla stretta creditizia decisa da Bankitalia il ministro si e' limitato ad osservare che probabilmente ''era opportuno per attenuare l'inflazione''. Un problema quello dell'inflazione che proccupa particolarmente e che ad avviso del ministro puo' essere affrontato collaborando con le categorie del commercio. ''Credo che il Governo -ha detto- abbia fatto il suo dovere utilizzando tutti gli strumenti che aveva a disposizione. Le categorie devono collaborare controllando i prezzi. Occorre fare attenzione a non aumentare i prezzi laddove non e' necessario. Non si deve cogliere l'occasione per fare guadagni ingiustificati''.

(Ric/As/Adnkronos)