PRODOTTI DERIVATI: CRESCERA' VIGILANZA INTERNAZIONALE
PRODOTTI DERIVATI: CRESCERA' VIGILANZA INTERNAZIONALE

Roma, 29 mag. -(Adnkronos)- Cresce la cooperazione internazionale per una maggiore vigilanza sui prodotti derivati. Va in questa direzione la dichiarazione di intenti adottata a Windsor in un incontro tra le autorita' di vigilanza sui mercati dei futures, organizzato dal Sib (Securities and Investiments Board) e dalla Cftc (Commodity futures trading commission) cui ha partecipato anche il Presidente della Consob, Enzo Berlanda. Ne da' notizia la News Letter settimanale della Consob

Il caso Barings ha riproposto all'attenzione dell'opinione pubblica i rischi peculiari connessi alle operazioni in prodotti derivati, acuiti dalla globalizzazione dei mercati finanziari. Questo tema e' da tempo oggetto di attenzione da parte delle competenti autorita' di vigilanza nazionali e delle organizzazioni internazionali quali l'Iosco, l'organizzazione delle Commissioni di valori mobiliari ed il Comitato di Basilea.

La autorita' di vigilanza hanno manifestato il loro assenso ad incrementare e migliorare la regolamentazione in materia di mercati di prodotti futures, di obblighi di tutela dei fondi dei creditori e dei clienti, di definizione di procedure da adottare qualora si verifichimo eventi critici, quali l'incapacita' degli intermediari di far fronte ai propri impegni e di modalita' d'intervento in casi di emergenza.

(Red/Pn/Adnkronos)