LEGA: BOSSI, NELLE CRITICHE SOLO IGNORANZA E DIFFAMAZIONE
LEGA: BOSSI, NELLE CRITICHE SOLO IGNORANZA E DIFFAMAZIONE
NON VOGLIO SPACCARE IL PAESE MA DARGLI NUOVO COLLANTE

Roma, 29 mag. -(Adnkronos)- ''Smentisco le accuse diffamatorie dei miei critici ignoranti che mi attribuiscono il proposito di spaccare l'Italia. Al contrario, ho voluto presentare concretamente al Paese la prima 'cellula' federale per assicurare cosi' finalmente l'unita' nazionale che i partiti impediscono. La mia proposta e' un 'catalizzatore' politico che assicuri il passaggio federale dalla prima alla seconda Repubblica''. E che servira' a ''dare vita ad un grande circuito nazionale in osmosi continua: le Regioni in funzione di 'cellule' dalle Alpi a Lampedusa''.

Il segretario della Lega Nord Umberto Bossi, nella lettera settimanale diffusa dal suo gruppo parlamentare, respinge le accuse ricevute per l'annuncio del Parlamento del Nord e spiega che la sua intenzione e' quella riaffermare ''la superiorita' della politica''' necessaria ''per eliminare il naturale invecchiamento delle leggi e delle Costituzioni''. ''La politica -scrive fra l'altro Bossi- e' il motore della Storia: spetta alla politica la funzione creativa e perpetua delle civilita' in progressione. Il diritto e le Costituzioni, invece, sono le ruote necessarie...''.

Bossi denuncia come ''molti improvvisati costituzionalisti discettano sulla politica'' ma ''predicano soltanto il politichese'', mentre la Lega e' convinta che ''i grandi eventi politici si riassumono anche attraverso rivoluzioni'' oltreche' leggi e Costituzioni. Ed insiste sul fatto che ''i partiti non sono 'la politica' ma soltanto 'esecutori della politica'''. Per questo il segretario della Lega e' convinto che una proposta come la sua, che ''si basa su una revisione politica della Costituzione'', serva a ''rompere il ritorno della funzione gattopardesca dei partiti secondo gli schemi rigidi Destra-Sinistra''. E a porre fine alla trasformazione della funzione dei partiti in ''solo arrembaggio alla stanza dei bottoni''. ''Tanto peggio -conclude Bossi- per chi non lo capisce e cerchera' di ostacolarci con ogni mezzo''.

(Tor/Zn/Adnkronos)