PRODI: LA CURIOSITA' - I LINGUISTI PREFERISCONO ''ULIVO''
PRODI: LA CURIOSITA' - I LINGUISTI PREFERISCONO ''ULIVO''

Roma, 29 mag. - (Adnkronos) - Si dice Olivo o Ulivo? ''Mi rimettero' al giudizio dei linguisti, anche se la mia preferenza e' per ulivo'', aveva detto Romano Prodi, rispondendo a chi gli aveva fatto notare la doppia possibilita' di pronuncia e scrittura del nome del suo movimento politico. Ora e' arrivata la sentenza degli studiosi: meglio dire ''Ulivo'', anche se le due forme sono intercambiabili e ''Olivo'' e' la versione che deriva direttamente dal latino.

''A orecchio mi suona meglio ulivo, anche perche' e' un termine piu' letterario'', afferma Giancarlo Oli, il noto compilatore del vocabolario della lingua italiana Devoto-Oli. ''La mia preferenza personale va ad ulivo'', ammette Aldo Duro, lessicografo dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana e autore del monumentale dizionario Treccani. ''Opto per la forma toscana ulivo'', afferma Ghino Ghinassi, direttore della rivista accademica ''Lingua nostra''. ''Ulivo e' senz'altro la forma piu' colloquiale'', sostiene Luca Serianni, professore di storia della lingua italiana all'universita' ''La Sapienza'' di Roma. Da' la sua ''benedizione'' anche Giovanni Nencioni, presidente dell'Accademia della Crusca: ''I principali vocabolari registrano entrambe le forme. Olivo e' la forma etimologica latina, ma ulivo appare oggi il termine piu' in voga fra i parlanti''.

(Pam/Zn/Adnkronos)