THE DOORS: RAY MANZAREK CONTRO OLIVER STONE
THE DOORS: RAY MANZAREK CONTRO OLIVER STONE

Roma, 2 giu. (Adnkronos) - ''No, il film di Oliver Stone su Jim Morrison non mi e' piaciuto per niente''. La stroncatura di ''The Doors'', uno dei film piu' famosi di Oliver Stone, arriva da Ray Manzarek, ex tastierista della band californiana, che ha presentato oggi a Roma ''An American Prayer'', un disco gia' uscito nel 1978 ma rivitalizzato da materiale inedito. ''Stone ha fornito un ritratto di Jim non corrispondente alla realta' -spiega irritato Manzarek- lo ha fatto passare per un pazzo e un ubriacone ma Morrison non era solo questo. Era un artista, un personaggio pubblico e, soprattutto, una persona spiritosa. Nel film di Stone non ho mai visto, neanche una volta, Jim sorridere''.

Il giudizio di Manzarek sul regista di ''The Doors'' e' senza appello: ''La cosa piu' bella -racconta il musicista- e' che Stone e' venuto da me per intervistarmi e abbiamo parlato per due giorni interi. Io gli ho raccontato tutto su quegli anni, sul mondo psichedelico, sulla Los Angeles di allora; e gli parlai di Jim il poeta, il ribelle, l'artista. Stone ha registrato tutto diligentemente su una cassetta. Peccato che non ne abbia tenuto conto: quando ho letto la sceneggiatura, non volevo credere ai miei occhi. Quella non era la storia dei Doors. Non discuto che si tratti anche di un film ben realizzato, Stone sara' pure un ottimo regista, ma la storia non e' quella dei Doors e quel Jim non e' il vero Jim''. (segue)

(Mag/As/Adnkronos)