I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. ''E' falso che negli ultimi due anni siano stati scarcerati 2.257 detenuti affetti da Aids. Basti pensare che di questi, ben 722 sono stati destinati non in liberta', ma agli arresti domiciliari. Occorre chiarire questa situazione''. Lo ha precisato all'Adnkronos il sottosegretario alla Giustizia, Edilberto Ricciardi, con delega all'edilizia carceraria. ''In realta'-ha precisato Ricciardi- le cose stanno cosi': l'art. 146 del codice penale indica alcune categorie di detenuti che, per la loro condizione, non possono rimanere in carcere. Parla delle donne incinte, di quelle che hanno partorito da meno di sei mesi e di quelle persone affette da 'aids conclamato', che sono cioe' in fase terminale. Ebbene, in due anni, per questo motivo sono stati scarcerati non 2.257 detenuti, ma 1.053. Tutti detenuti condannati con sentenza definitiva, malati in stato terminale. Altri 722, come ho gia' detto, sono stati destinati agli arresti domiciliari, che e' sempre una forma di detenzione. Ci sono poi 482 detenuti in attesa di giudizio, che per questo loro stato, sono stati scarcerati''.

Milano. Vi e' un grande riserbo negli ambienti giudiziari sulla presunta nuova iscrizione nel registro degli indagati della procura di Brescia di Antonio Di Pietro. Tace, in particolare, il magistrato inquirente Fabio Salamone, mentre a Milano piu' di un interlocutore cerca di capire il significato della nuova iniziativa. ''A mio giudizio -dice il procuratore aggiunto Gerardo D'Ambrosio- i giornali danno troppo spazio all'iscrizione nel registro degli indagati. E' sbagliato gonfiare queste cose. Bisognerebbe sapere come funziona questo registro, quante persone vengono iscritte e quante poi vengono prosciolte. Nessuna dichiarazione, viene dal procuratore capo, Francesco Saverio Borrelli: ''cercate di capire -dice rivolto ai giornalisti- ma siamo i meno abilitati a rilasciare dichiarazioni su questo argomento. E' una inchiesta non nostra''.

Hollywood. Sta andando letteralmente a ruba Marilyn Monroe in effigie, come era facile immaginare vista la folla che c'era al lancio del francobollo dedicato al ''mito'' negli studi della Universal a Hollywood: due filatelici asiatici si sono gia' comprati diecimila francobolli ciascuno, ma e' soprattutto il grande pubblico che non ha mai smesso di amare Marilyn, a 33 anni dalla morte, ad affollare gli uffici postali. E il giudizio degli esperti e' gia' inequivocabile: il francobollo da Marilyn appare gia' in grado di battere anche il record di quello dedicato a Elvis Presley che ha portato un utile netto di 33 milioni di dollari (55 miliardi) alle poste americane.

Venezia. La giuria del premio letterarrio Campiello ha selezionato i 5 romanzi finalisti della manifestazione che il 2 settembre si contenderanno il ''Supercampiello''. Si tratta di ''La casa con le luci'' di Paola Barbaro, ''Jack Frusciante e' uscito dal gruppo'' di Enrico Brizzi, ''Staccando l'ombra da terra'' di Daniele Del Giudice, ''Il coraggio del pettirosso'' di Maurizio Maggiani e ''Il bastone a calice'' di Virgilio Scapin.

Roma. A Daniele Luchetti ad al suo 'La Scuola' e' andato il David di Donatello per il miglior film. La cerimonia di premiazione si e' svolta stamane al Campidoglio. Il premio come miglior regista lo ha invece vinto Mario Martone per il suo 'L'amore molesto', film che ha portato fortuna anche ad Anna Bonaiuto, premiata quale migliore attrice protagonista, e ad Angela Luce, risultata migliore attrice non protagonista. Marcello Mastroianni si e' invece aggiudicato il David come miglior attore protagonista per 'Sostiene Pereira', mentre Giancarlo Giannini e' stato premiato come miglior attore non protagonista per 'Come due coccodrilli'. Miglior sceneggiatura, ex aequo ad Alessandro D'Alatri per 'Senza pelle' e Luigi Magni e Carla Vistarini per 'Nemici d'infanzia', mentre il miglior produttore e' risultato Pietro Valsecchi per 'Un eroe borghese'. Doppio riconoscimento per 'Pulp fiction', che ha vinto il David per il miglior film straniero mentre il suo protagonista, Jhon Travolta, si e' aggiudicato il premio quale miglior attore straniero. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)