CALVIZIE: IN EUROPA NE SOFFRE IL 40% DEGLI ULTRACINQUANTENNI
CALVIZIE: IN EUROPA NE SOFFRE IL 40% DEGLI ULTRACINQUANTENNI
(RIF. N.175)

Roma, 9 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - E' un vero esercito quello dei calvi: il 40% degli europei, superati i cinquant'anni, e' costretto a convivere con la calvizie. Tra questi, per il 90%, si tratta di uomini, per il 10%, di donne. La maggior parte dei calvi pero' non si rassegna a questa convivenza e cerca in tutti i modi di correre ai ripari.

''L'Istituto Dermopatico dell'Immacolata (Idi) di Roma - ha detto all'Adnkronos Salute, il dottor Gianfranco Schiavone, chirurgo plastico dell'Idi, in occasione del I Meeting Internazionale sul tema della ''Terapia chirurgica della calvizie'', in corso all'IDI - tra i circa 800 pazienti che ogni giorno vengono visitati, conta 100-150 giovani al di sotto dei 30 anni che chiedono di risolvere problemi di calvizie''.

''La maggior parte delle persone vive oggi la calvizie come un grosso handicap, soprattutto a livello psicologico, perche' la societa' dell'immagine impone in maniera sempre piu' forte le sue regole. Per questo, finalmente anche in Italia si comincia a parlare del problema in termini concreti: si parla di trapianto e di chirurgia, dopo anni di silenzio da parte della medicina ufficiale, ma soprattutto ci si impegna per affinare le tecniche chirurgiche. La gente, che finora ha sempre avuto pregiudizi verso l'intervento chirurgico, si sta avvicinando al problema con maggiore consapevolezza. Con questo meeting internazionale - conclude Schiavone - l'IDI vuole dare informazioni corrette per evitare spiacevoli sorprese per i pazienti che oggi troppo spesso si affidano a centri non specializzati, ne' competenti in materia''.

(Sal/Gs/Adnkronos)