CATASTROFI: ACCORDO COOPERAZIONE FRA PAESI INCE
CATASTROFI: ACCORDO COOPERAZIONE FRA PAESI INCE

Roma, 9 giu. (Adnkronos) - Si e' tenuta questa mattina a Castelnuovo di Porto, alla presenza del Sottosegretario alla Protezione civile, prof. Franco Barberi, la riunione dell'Ince - Iniziativa Centro europea. L'iniziativa, della quale fanno parte diei stati (Austria, Ungheria, Italia, Bosnia, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Repubblica Slovacca, Slovena, Bavaria) cinque associati (Albania, Bielorussia, Bulgari, Romania, Ucraina) e due osservatori, ha preso l'avvio nel 1989 a Budapest e si propone di sviluppare un'ampia cooperazione politica, economica e socio-culturale tra l'Unione europea e i paesi dell'Europa centrale.

Nel corso dell'incontro -spiega una nota- il prof. Barberi nel manifestare un vivo apprezzamento per l'iniziativa che ha come obiettivo primario quello di portare un aiuto concreto ai paesi che si trovano a dover fronteggiare i gravi problemi di protezione civile, derivanti dai disastri naturali, ha sottolineato che l'esperienza acquisita dall'Italia (Paese tra i piu' soggetti ai rischi territoriali e ambientali) puo' costituire un importante supporto per Stati che si trovano a dover affrontare i medesimi rischi.

E' stato poi sottoposto all'esame dei partecipanti l'accordo di cooperazione tra sei stati aderenti all'iniziativa, per prevenire e mitigare le catastrofi tecnologiche e naturali. L'accordo che prevede uno scambio di informazione scientifiche e tecniche nonche' l'attuazione di programmi di ricerca comuni, stabilisce tra l'altro una stretta cooperazione tra i paesi aderenti qualora uno di essi sia colpito da una grave catastrofe. Nel corso della riunione e' stato auspicato che la Convenzione venga quanto prima estesa anche agli altri paesi aderenti o associati all'Ince e che quanto prima si svolga un incontro congiunto di tutti i ministri competenti in tema di protezione civile e difesa del territorio, di questi stessi paesi.

(Com/Gs/Adnkronos)