GIUSTIZIA: ARCHIVIATO PROCEDIMENTO SU MORTE GARDINI
GIUSTIZIA: ARCHIVIATO PROCEDIMENTO SU MORTE GARDINI

Milano, 9 giu. (Adnkronos) - Raul Gardini si e' effettivamente suicidato. La parola fine al capitolo relativo alla morte del finanziere e' stata messa quest'oggi dal Gip Aurelio Barazzetta, che ha archiviato il procedimento accogliendo la tesi del Pm Licia Scagliarini. Il magistrato aveva sostenuto la tesi del suicidio.

Raul Gardini -e' cronaca- si tolse la vita il 23 luglio del 1993, nel medesimo giorno in cui si celebravano i funerali dell'ex presidente dell'Eni Gabriele Cagliari e mentre, negli uffici della procura della repubblica, si dava il via alla maxi retata dei manager di Montedison.

Nell'ordinanza depositata quest'oggi vengono riportati stralci degli interrogatori, e le conclusioni delle perizie medico legali, balistiche e grafologiche: tutte confermano che l'imprenditore si suicido' sparandosi un colpo alla tempia destra con una Walter modello Ppk calibro 7,65. Quanto alla pistola trovata sul comodino il giallo e' stato risolto. Sia il figlio del re della chimica, Ivan, e il maggiordomo, Franco Brunetti, i primi ad accorrere nella camera di Gardini, avevano dichiarato che il finanziere aveva la pistola in mano. Con ogni probabilita' -e' la tesi ora dei giudici- l'arma e' caduta sul pavimento nel momento in cui il corpo veniva spostato e in un secondo momento e' stata poggiata sul comodino. (segue)

(Cri/Gs/Adnkronos)