CAMBI: PADOA SCHIOPPA, LIRA SOTTOVALUTATA
CAMBI: PADOA SCHIOPPA, LIRA SOTTOVALUTATA

Roma, 9 giu. - (Adnkronos) - La lira e' sottovalutata e bisogna fare il possibile per portarla a valori piu' realistici perche' vivere con un cambio deprezzato e' pericoloso. E' quanto ha affermato Tommaso Padoa Schioppa, vice direttore generale della Banca D'italia parlando a Roma al seminario economico organizzato dal centro alti studi per la difesa. ''E' senz'altro vero che la lira e' sottovalutata. Lo dicono gli stranieri ma anche Bankitalia, il governo attuale e quelli precedenti''.

Su quanto la lira sia sottovalutata e in che tempi essa possa recuperare, Padoa Schioppa non ha potuto che convenire nella difficolta' della stima. ''Dare una misura e' molto difficile, qualunque metodo venga utilizzato per individuare un livello di cambio coerente con i fondamentali dell'economia italiana il risultato e' sempre lo stesso, ovvero la lira e' sottovalutata. Per quello che riguarda i tempi di recupero certo non ci vorranno degli anni ma nemmeno basteranno poche settimane''.

Padoa Schioppa, ha comunque tenuto a sottolineare i pericoli insiti nel perdurare di una tale situazione. E il primo pericolo e' che non si ripeta l'inattesa concomitanza verificatasi nella crisi del '92-'93 tra svalutazione e assenza di inflazione. ''Bisogna fare il possibile perche' la lira torni a valori realistici. Non e' detto che la positiva esperinza del '92-'93 possa riprodursi. Allora la svalutazione attesa a seguito della forte svalutazione non si verifico' per una serie di ragioni che oggi ci sono piu' chiare. L'accordo sul costo del lavoro, la recessione, l'affermazione della grande distribuzione, e la contrazione dei consumi da parte delle famiglie contribuirono a mantenere stabile il livello dei prezzi''.

Oggi invece l'inflazione e' in ripresa e il pericolo e' che le esportazioni perdano progressivamente il vantaggio di competitivita' ottenuto al momento della svalutazione''. (segue)

(Maz/Zn/Adnkronos)