FISCO: DISAVANZI DA FUSIONI E SCISSIONI, SCADENZE PAGAMENTO
FISCO: DISAVANZI DA FUSIONI E SCISSIONI, SCADENZE PAGAMENTO

Roma, 9 giu. -(Adnkronos)- Le societa' che intendono avvalersi del riconoscimento, a fini fiscali, dei maggiori valori iscritti in bilancio per effetto dell'imputazione dei disavanazi da annullamento derivanti da operazioni di fusione o di scissione anteriori al 14 gennaio 1995, previsto dal decreto 41 (manovra Dini), devono fare domanda all'ufficio imposte compilando uno schema prestampato. Insieme alla domanda occrre versare il 60 pc delle somme dovute entro il 30 giugno e il resto in due quote entro il 20 dicembre '95 e il 28 febbraio '96, oppure in unicca soluzione entro il prossimo 30 giugno.

Il ministero delle Finanze fa presente che, in attesa del decreto ministeriale applicativo, i maggiori valori iscritti in bilancio vanno diminuiti della parte dedotta nei periodi di imposta che al 24 febbraio '95 (data del decreto) risultano gia' definiti.

(Red/Pn/Adnkronos)