LIRA: MARZOTTO, ''ANCORA PRESTO PER RIENTRO NELLO SME''
LIRA: MARZOTTO, ''ANCORA PRESTO PER RIENTRO NELLO SME''

Valdagno, 9 giu. - (Adnkronos) - ''Il governo Dini ha lavorato bene. Se la politica italiana, a livello parlamentare, sara' meno scriteriata, con meno zuffe tra partiti, e' ragionevole pensare che la lira possa apprezzarsi con effetti positivi quindi sul tetto di inflazione, sui tassi di interesse e quindi sui conti pubblici. Cosi, la lira potra' scendere sotto le 1100 lire (contro il marco) gia' a fine '95 e a 1000-1050 nel 96''.

E' questa la convinzione di Pietro Marzotto, consigliere delegato del centro studi di Confindiustria, che a margine dell'assemblea degli azionisti del gruppo di Valdagno ha anticipato alcune previsioni che verranno presentate dal rapporto di Confindustria il prossimo 21 giugno ad Ancona.

Secondo Marzotto insomma ''la supersvalutazione della lira e' un fatto deprecabile e contingente''; ''Certo -ha continuato il responsabile di Confindustria- non possiamo rientrare nello Sme con una lira che e' a 1150 sul marco e con una banda di oscillazione del 15 pc''. Per questo, secondo Marzotto prima bisogna ''approvare la riforma delle pensioni, che non puo' essere stravolta in Parlamento, e accellerare la finanziaria '96. E solo allora assisteremo al graduale rafforzamento del cambio della lira ''. (segue)

(Dac/Zn/Adnkronos)