PENSIONI: COFFERATI, UN DECRETO PONTE SE LEGGE RITARDA
PENSIONI: COFFERATI, UN DECRETO PONTE SE LEGGE RITARDA

Santa Margherita Ligure, 9 giu. (Dall'inviato dell'Adnkronos Nunzia Penelope) - Se la legge sulla riforma previdenziale non sara' approvata entro il 30 giugno, il sindacato chiede che il governo vari un ''decreto ponte'' che garantisca l'applicazione dell'accordo per quanto riguarda le ''uscite'' dei lavoratori bloccati dai precedenti provvedimenti sulle pensioni.

A margine del convegno degli industriali di Santa Margherita il segretario generale della Cgil Sergio Cofferati dichiara di essere ''molto preoccupato'' per il ritardo che in Parlamento si sta profilando relativamente all'approvazione della legge sulla previdenza. ''Il calendario dei lavori parlamentari che e' stato fissato -dice Cofferati- ha tempi troppo lunghi. Il Parlamento e' sovrano ma non si puo' sottrarre all'obbligo di varare la riforma entro il 30 di giugno. La dilatazione dei tempi -spiega- produrrebbe infatti conseguenze molto negative, soprattutto perche' il 30 giugno verrebbe a scadenza il decreto di blocco e si aprirebbe dunque una situazione pesante sia per i lavoratori che per i conti pubblici''. (segue)

(Nnz/Gs/Adnkronos)