ARTE: ASTRAZIONI EROTICHE IN MENTE DI DONNA
ARTE: ASTRAZIONI EROTICHE IN MENTE DI DONNA

Washington, 9 giu. -(Adnkronos)- Mentre il corpo trionfa a Venezia, come identita' e alterita' e virtualita' nelle mostre organizzate da Jean Clair per il centenario della Biennale, oltreoceano un evento artistico, di portata certamente minore, presenta le visioni erotiche di sei giovani artiste statunitensi. E fanno parlare. Ma il corpo, e i suoi segni figurativi sono grandi assenti di questa ''Erotic abstractions'' organizzata al ''Corcoran gallery of art'' di Washington. Astrazioni erotiche che deludono ogni visitatore in cerca di emozioni visive forti ed esplicite, niente esibizioni di organi genitali, niente nudi, grovigli di corpi.

Secondo i critici americani, nell'intento della curatrice Suzanne Ramljak, il visitatore viene esposto ad un flusso, per nulla ammiccante, di un erotismo asetticamente concettuale, fatto di oggetti e gesti estraniati ed inquietanti. Come i formosi, piu' minacciosi che eccitanti, calchi di corpi in gesso di Patricia Anderson, o lo ''Zampillante vascello'' di Carol Shuford, una sorta di gigantesco anemone peloso. E Hiedi Lasher-Oakes presenta un ''Astrazione biologica'' che sembra evocare un incubo sessuale prepuberale piu' che una visione erotica dell'eta' adulta.

(Red/Zn/Adnkronos)