CURDI: OCALAN IN EUROPA
CURDI: OCALAN IN EUROPA

Vienna, 9 giu. (Adnkronos) - Sarebbe ''imminente'' una visita ufficiale in Europa di Abdullah Ocalan, leader del Pkk, il partito dei lavoratori curdi. Lo ha dichiarato oggi a Vienna all'Adnkronos il presidente del Parlamento curdo in esilio, Yasar Kaya, secondo il quale ''le circostanze attuali sono favorevoli'' ad un'iniziativa di questo genere, ''se non quest'anno, certamente l'anno prossimo''.

Secondo Kaya, numerosi Paesi europei sarebbero disposti ad invitare il leader curdo, offrendogli in tal modo la possibilita' di uscire dall'isolamento in cui si trova, dovuto in parte ad una sua scelta (il quartier generale di Ocalan e' situato in Siria) e in parte alla percezione, comune in occidente, che il Pkk sia un'organizzazione dedita al terrorismo. Un invito ufficiale rappresenterebbe inoltre un tacito riconoscimento del peso politico di Ocalan e del Pkk e potrebbe aprire la via ad una soluzione negoziata del conflitto che da anni vede opposti il regime turco e i curdi del Kurdistan settentrionale.

Kaya ha inoltre rivelato che gia' nei prossimi mesi i maggiori partiti politici curdi in Turchia e Iraq potrebbero essere in grado di fondare una federazione finalizzata ad una migliore cooperazione tra i vari gruppi operanti nei vari Paesi del medio oriente tra i quali e' suddiviso il Kurdistan (Iraq, Iran, Siria e Turchia). Un simile accordo costituirebbe un enorme passo avanti per il movimento curdo, finora perennemente scosso da beghe interne. (segue)

(Nsp/As/Adnkronos)