GENE WILDER: 60 ANNI, MA SI SENTE APPENA NATO
GENE WILDER: 60 ANNI, MA SI SENTE APPENA NATO

Hollywood, 9 giu. - (Adnkronos) - Gene Wilder, il comico folle dagli occhi spiritati, compie 60 anni, ma nonostante ''l'impressionante cifra tonda'', che raggiunge l'11 giugno, si sente un bambino: da poco, infatti, e' tornato il sereno nella vita privata e professionale dell'attore, dopo la tragica morte della moglie Gilda Radner, anche lei formidabile attrice comica di ''Saturday Night Live'', stroncata giovanissima da un cancro alle ovaie nel 1989. Wilder, che tutti ricordano per sempre alle prese con ''la signora in rosso'' o negli improbabili film dell'horror del regista ''demenziale'' Mel Brooks, che lo aveva scelto per i suoi ''Frankstein junior'' e ''Mezzogiorno e mezzo di fuoco'', si e' da pochi mesi risposato con Karen, una logopedista conosciuta sul set di alcuni video promozionali per la Lega dei non-udenti di New York, di cui Gene era il testimonial. E sull'onda della ritrovata serenita', e' ritornato anche davanti alla macchina da presa dopo un'interruzione di quasi due anni, durante i quali era stato rintanato nella sua residenza nel Connecticut a dipingere acquerelli, per riprendersi dopo la grave perdita.

Dal 1989, oltre alle parentesi cinematografiche girate insieme a Richard Pryor della serie ''Non guardarmi: non ti sento'', Wilder si era praticamente ritirato dalle scene. Dal 1991 al 1993 la sua sola attivita' professionale era stata l'interpretazione di ''Eligible dentist''. Ora e' tornato al lavoro a tempo pieno con una serie televisiva intitolata ''Something Wilder''. ''Per adesso sono stati programmati solo 13 episodi -ha spiegato Wilder- ma se la serie avra' successo ne avro' per altri cinque anni. Male che vada, ha detto il mio agente, la sitcom andra' in onda solo 13 volte, e cioe', per la durata prevista''. (segue)

(Cab/Zn/Adnkronos)