MAFIA RUSSA: ARRESTO IVANKOV IN COLLABORAZIONE MOSCA-FBI (2)
MAFIA RUSSA: ARRESTO IVANKOV IN COLLABORAZIONE MOSCA-FBI (2)

(Adnkronos) - ''Specializzato'' in Estremo Oriente nella mafia sovietica, un ruolo che gli valse il soprannome di ''Yaponchik'' (giapponesino), Ivankov, in prigione per diversi anni in Russia negli anni Ottanta, prima di uscire su cauzione e dileguarsi, e' riuscito a coordinare tutti i piccoli gruppi criminali russi che operavano negli Stati Uniti in un'organizzazione piu' strutturata. Insieme a lui sono stati arrestati ieri cinque presunti complici, mentre altri tre sarebbero riusciti a rientrare in Russia.

Fanno tutti parte della banda ''Solntzeskay'', dal nome del quartiere moscovita che controllavano - a quanto ha spiegato il procuratore di Brooklyn che sta seguendo il caso, Zachary Carter. ''Si tratta dell'arresto piu' importante mai portato a termine in risposta alla crescente preoccupazione del governo sullo sviluppo del crimine organizzato russo in america. Non avra' impatto sulle operazioni quotidiane della mafia russa domani, o la prossima settimana - ha spiegato James Kallestrom, l'assistente del direttore dell'Fbi di New York - visto che non abbiamo fatto una retata di 300 persone e sequestrato beni. Ma e' un colpo ben assestato con cui diciamo loro che le cose sono diverse qui da noi, che non siamo disposti ad accettarli e non riusciranno a farsi strada come in russia ai vecchi tempi''. La collaborazione fra Fbi e autorita' russe e' stata sancita con l'apertura di un ufficio dei 'Federali'' a Mosca nel maggio del '94.

(Sip/Pn/Adnkronos)