TEATRO: LA PRIMA VOLTA DELLA COPPIA DORELLI-GOGGI
TEATRO: LA PRIMA VOLTA DELLA COPPIA DORELLI-GOGGI
''GLI SPOT SUI REFERENDUM? NON AVREMMO MAI ACCETTATO''

Roma, 9 giu. (Adnkronos) - ''Bobbi sa tutto'' ma Dorelli e Goggi, coppia inedita per il teatro, non ne sanno praticamente nulla. Sanno solo che si intitola cosi' la commedia in quattro atti unici commissionata da Pietro Garinei a sei firme del calibro di Age e Scrpelli, Benvenuti e De Bernardi, Jaja Fiastri, Gigi Magni. Che al centro della vicenda ci sono, ovviamente, un uomo e una donna. E che tutti e quattro gli atti, che racconteranno altrettante storie l'una separata dalle altre, si apriranno appunto con la frase ''Bobbi sa tutto''. Il resto, e' affidato alla fantasia degli autori, che ancora stanno lavorando al copione. E allora, la conferenza stampa organizzata al teatro Sistina (dove la commedia approdera' a marzo '96) diventa l'occasione per parlare di altro.

Ad esempio, di referendum sulla tv e di spot. Se Dorelli e la Goggi avessero fatto parte del team Fininvest, avrebbero accettato di fare propaganda elettorale per il No in televisione, come tanti altri loro colleghi? ''Assolutamente no -risponde Johnny- Non mi sembra giusto portare dalla mia parte, dalla parte dei miei interessi la gente, influenzandola con il mio volto e la mia popolarita'. Mi auguro solo -puntualizza Dorelli- che, chi ha accettato di farlo, lo abbia fatto convinto di salvare, in questo modo, il posto di altre persone. Io avrei risposto di no''.

Sull'identica lunghezza d'onda si sintonizza Loretta: ''Un artista deve restare un artista, senza prestarsi ad altre operazioni, per essere libero di spaziare dalla tv per la Rai a quella per la Fininvest, come si passa dalla televisione al cinema o al teatro. Non ho mai accettato di firmare esclusive -ricorda la Goggi- di sentirmi parte di un'azienda e dunque, per lo stesso motivo, non avrei mai detto si' a chi mi avesse proposto di girare uno spot propagandistico per dare al pubblico televisivo indicazioni di voto''. (segue)

(Bon/As/Adnkronos)