SCANNO: A KAZUO ISHIGURO IL PREMIO PER LA LETTERATURA
SCANNO: A KAZUO ISHIGURO IL PREMIO PER LA LETTERATURA

Scanno, 17 giu. (Adnkronos) - Ricordate il maggiordomo incapace di esprimere i suoi sentimenti in ''Quel che resta del giorno''? Al suo creatore Kazuo Ishiguro, quarantenne giapponese che da lunghi anni vive in Inghilterra, singolare connubio di raffinatezza orientale e compostezza anglosassone, e' stato assegnato il 23/mo premio Scanno per la letteratura per il suo ultimo romanzo ''Un artista del mondo effimero'' (Einaudi).

La giuria, composta da Mario Sansone, presidente Biagio Agnes, Ermanno Circeo, Francesco Grisi, Carlo Laurenzi, Renato Minore, Walter Pedulla', Mario Petrucciani, DArio Puccini, Mirella Serri, Umberto Silvestri, Riccardo Tanturri e Biancamaria Tedeschini Lalli ha scelto il libro di Ishiguro in una cinquina che comprendeva Sergio Campailla, (''romanzo americano'', Rusconi), Maria Antonietta Maciocchi ''Cara Eleonora, Rizzoli), Susan Sontag (''L'amante del Vulcano'', Mondadori) e Fulvio Tomizza (''L'abate Roys e il fatto innominabile'', Bompiani).

Kazuo Ishiguro e' nato nel 1954 a Nagasaki e dal 1960 si e' trasferito con la famiglia in Inghilterra. Vive ad Hampstead con la moglie scozzese e la figlia di tre anni. Enaudi ha pubblicato anche i suoi due altri romanzi: ''Un pallido orizzonte di colline'' (1991) e ''quel che resta del giorno'' (1990). Da quest'ultimo James Ivory ha tratto l'omonimo film con Anthony Hopkins ed Emma Thompson.

(Nsp/Gs/Adnkronos)