CALABRIA: TROVATI I CADAVERI DI DUE SCOMPARSI NEL 1991
CALABRIA: TROVATI I CADAVERI DI DUE SCOMPARSI NEL 1991

Gioia Tauro (RC), 29 giu. (Adnkronos) - I Carabinieri hanno rinvenuto sepolti in un agrumeto nei pressi di Candidoni, un centro ad ottanta chilometri da Reggio Calabria, i cadaveri di due persone uccise il 10 marzo del 1991. Si tratta di Domenico Bellamace, di 26 anni, ed il cognato, Pasquale Giuliano, di 28 anni. La scoperta dei cadaveri e' stata resa possibile dalle rivelazioni del collaboratore di giustizia, Gaetano Albanese, ex affiliato alla cosca Piromalli-Mole', responsabile, secondo quanto egli stesso ha riferito, dell'uccisione di Bellamace e del cognato. Nella stessa occasione fu ucciso un fratello di Domenico Bellamace, Umberto, di 212 anni, il cui cadavere fu trovato nel portabagagli di un'automobile data alle fiamme il 21 marzo del 1991.

La scoperta dei cadaveri di Domenico Bellamace e Pasquale Giuliano risale al 5 giugno scorso, ma ne e' stata data notizia soltanto oggi nel corso del processo in corso a Palmi, in Corte d'Assise, contro la cosca Piromalli-Mole', responsabile di decine di omicidi nell'ambito della ''guerra di mafia'' contro i gruppi criminali che negli anni ottanta avevano tentato di metterne in discussione il predominio nel controllo delle attivita' illecite nella piana taurense.

(Nsp/Gs/Adnkronos)