MOTOSCAFI KILLER: ARCHIVIATA INDAGINE SUB ROMANO UCCISO? (2)
MOTOSCAFI KILLER: ARCHIVIATA INDAGINE SUB ROMANO UCCISO? (2)

(Adnkronos) - Lo stesso Majorca vide un suo amico falciato, nel '67, proprio nelle acque sarde; e risale ''a venerdi' scorso -dice Majorca, commentando con un cronista l'interrogazione- l'ultima volta che un motoscafo mi e' passato sulla verticale mentre ero in immersione, a Siracusa. Quando sono risalito, allarmato, ho chiesto chi fosse passato, e l'amico che era in barca mi ha detto -quasi rassegnato- ''niente, il solito pazzo col 'ferro da stiro'''.

Majorca chiede ''ai ministri in indirizzo, per le loro competenze, se sia vero che la procura di Tempio Pausania stia per archiviare l'inchiesta relativa al disgraziato Marcozzi; se sia vero che a tutt'oggi siano centinaia di migliaia i motonauti sprovvisti di patente nautica, e non fuorilegge''. Motonauti cioe', spiega il senatore di An, che sono al timone di ''potenti motori 'depotenziati''', vale a dire i 25 cavalli che ''con qualche piccola modifica a costo zero, non accertabile da parte di controlli superficiali, possono sviluppare potenze equivalenti a motori di sessanta, settanta cavalli''.

Non finisce qui: Majorca chiede ancora di ''conoscere le intenzioni del ministero dei Trasporti, se disponibile ad un 'condono' che sarebbe veramente infausto; secondo l'interrogante, l'esame per il conseguimento della patente nautica dovrebbe essere esteso a tutti e reso giustamente severo''. La patente, e relativo esame ''vero'', dovrebbe essere ''un diritto-dovere per tutti, perche' anche i motonauti possano diventare uomini del Mare dopo aver seguito un corso dal quale attingere alle tradizioni del passato'', come fanno ''ancora oggi i velisti''. (segue)

(Pab-Flo/Gs/Adnkronos)