USA-GIAPPONE: KANTOR, UN NEGOZIATORE NATO
USA-GIAPPONE: KANTOR, UN NEGOZIATORE NATO

Ginevra, 29 giu. (Adnkronos)- Per nulla arrendevole, attento ad ogni minimo dettaglio, Mickey Kantor, il rappresentante per il Commercio americano che ieri ha piegato il Giappone sulla questione delle automobili e che qualche settimana fa piego' la Cina sui copyright, e' considerato a tutti gli effetti un negoziatore Nato. Per quasi 24 ore al giorno ha trattato, minacciato e poi ancora mediato nel tentativo di risolvere la disputa commerciale con il Giappone, di evitare l'applicazione delle sanzioni contro le automobili giapponesi, ma soprattutto nel tentativo di allontanare dagli Stati Uniti lo spettro di una nuova, oscura era protezionistica. Che gli Stati Uniti erano stati accusati di voler avviare oltre che dal Giappone, anche dall'Europa. Critiche a cui Washington era stata costretta a reagire con lo stesso vigore con cui aveva risposto a quelle di aver scavalcato la neonata Organizzazione mondiale per il commercio (Omc), ricorrendo unilateralmente alle sanzioni, senza neppure provare a chiamare in causa l'istituto cosi' fortemente voluto dagli americani e diretto dall'italiano Renato Ruggiero.

Figlio di un commerciante di mobili di Nashville, nel Texas, laureato in legge alla Georgetown University, avvocato di grido in uno studio di Los Angeles, ''Phelps & Phillips'', grande appassionato di baseball, Kantor, 56 anni tra sei settimane, ha fatto il grande salto in politica quando e' sceso in campo il suo amico Bill Clinton, del quale ha guidato la campagna elettorale. Lo stesso presidente americano lo volle in squadra per un posto, quello di rappresentante per il commercio, che in primo momento era sembrato di secondo piano. I fatti hanno dimostrato il contrario.

(Nap/Gs/Adnkronos)