GIORNALISTI: FAVERIO, L'ORDINE VA RIFORMATO MA NON ABOLITO
GIORNALISTI: FAVERIO, L'ORDINE VA RIFORMATO MA NON ABOLITO

Roma, 29 giu. - (Adnkronos) - ''L'iniziativa dei Riformatori di Marco Pannella per abrogare l'Ordine dei Giornalisti non mi trova d'accordo, anche se credo che l'Ordine vada riformato. Del resto che il problema dell'informazione e della deontologia sia da affrontare, lo si evince anche dalle polemiche di questi giorni sui giornalisti pettegoli''.

E' quanto afferma la parlamentare leghista Simonetta Faverio, firmataria della proposta di legge di riforma dell'Ordine nazionale dei giornalisti con l'obiettivo di farne ''l'unica istituzione in grado di garantire l'obbigatorieta' giuridica di osservare le regole etiche''.

La proposta di legge Faverio prevede l'istituzione di un 'Comitato nazionale per la correttezza e la lealta' dell'informazione' al quale viene attribuito il compito di accertare eventuali violazioni dei principi previsti dalla Carta dei doveri. ''E' per questo -spiega l'esponente leghista- che pensare ad una totale liberalizzazione della professione di giornalista, attraverso l'abrogazione dell'Ordine, e' quanto meno fuorviante e non consente di mettere l'accento sui veri problemi: le regole e la correttezza dell'informazione''.

(Pol/Zn/Adnkronos)