MAGISTRATI: BERLUSCONI, IMPOSSIBILE ESCLUDERE TENTAZIONI GOLPE (3)
MAGISTRATI: BERLUSCONI, IMPOSSIBILE ESCLUDERE TENTAZIONI GOLPE (3)

(Adnkronos) - ''Da un certo momento -prosegue Berlusconi- si sono scelti presunti responsabili da perseguire sulla base di un teorema arbitrario nelle premesse e nelle deduzioni: 'siccome in Italia in una certa epoca trutto ha funzionato male, scopriremo fatti illeciti ovunque'. Cosi' hano preso d'assalto la Fininvest, l'hanno fatta assediare dalla Guardia di Finanza, hano bloccato l'azienda sottoponendola a perquisizioni giornaliere, hanno costruito imputazioni assurde. Il fatto che, come ho gia' ricordato, mi abbiamo fatto recapitare un avviso di garanzia mentre da presidente del consiglio ero impegnato in una assise internazionale, informandone prima il quotidiano piu' diffuso, e' -rileva Berlusconi- una pagina oscura di persecuzione, un atto indegno di una societa' civile''.

Nell'inrervista c''e una sottolineatura polemica nei confronti del capo della procura milanese, Francesco Saverio Borrelli: ''non ho dimenticato -dice Berlusconi- quel che disse mentre era in formazione il mio governo ed avevo proposto ad un componente del pool la titolarita' di un importante ministero. Richiesto da nessuno di un parere, egli intervenne quasi fosse il capo di un partito, dichiarando che i magistrati avrebbero risposto positivamente solo ad un invito del capo dello stato''.

(Pol/Pn/Adnkronos)