RPT PDS: TATARELLA E ''LA PRIMA VOLTA'' DI FINI
RPT PDS: TATARELLA E ''LA PRIMA VOLTA'' DI FINI
''DOPO D'ALEMA UN ALTRO VERTICE DEL POLO''

Roma, 29 giu. -(Adnkronos)- Giovedi' 6 luglio, Gianfranco Fini sara' il primo segretario di partito a rompere il muro che divide la destra e la sinistra italiane dai tempi della Costituente. Il leader di An, infatti, partecipera' alla prima giornata del congresso del Pds e ascoltera' dalla platea della Fiera di Roma la relazione del segretario Massimo D'Alema. Sara' la prima volta per i leader dei partiti che si rifanno alla tradizione del Msi e del Pci.

Con Fini, ci sara' anche Giuseppe Tatarella che spiega perche' D'Alema non partecipo' a gennaio al congresso di An a Fiuggi. ''Non venne, perche' la nostra 'svolta' non c'era ancora stata. Ma ci furono contatti informali. A Botteghe Oscure fecero perfino una riunione per decidere di inviare una delegazione guidata da Ugo Pecchioli. E fu una 'prima volta' anche quella...''.

Tatarella aggiunge anche che, proprio per poter prima ascoltare D'Alema, il secondo vertice del Polo si riunira' a via dell'Umilta' giovedi' sera o venerdi' mattina. ''Mercoledi' l'incontro con Prodi e Veltroni -spiega- Giovedi' D'Alema. E poi il vertice del Polo''. Il capogruppo di An alla Camera commenta poi con una battuta qualle che i giornali hanno interpretato ieri come una 'frenata' del Polo rispetto alla richiesta di elezioni in autunno. ''Votare ad ottobre? -sorride Tatarella- Pensarci sempre, non parlarne mai. E la nostra linea''.

(Pnz/Gs/Adnkronos)