RAIUNO: ''MEDITERRANEO'' TRA MAROCCO MODA E' PUBBLICITA'
RAIUNO: ''MEDITERRANEO'' TRA MAROCCO MODA E' PUBBLICITA'

Roma, 8 lug. -(Adnkronos)- C'e' un rischio fondamaentalista anche in Marocco? Quale sara' il domani di quello che e', certamente, il paese piu' occidentalizzato del Maghreb? Il Marocco continuera' ad essere un paese tollerante, dove convivono, porta a porta, arabi ed ebrei? Un reportage da Rabat e Casablanca, tangerie fez e' la proposta di Mediterraneo, il settimanale televisivo curato da Onofrio Dispenza e Giancarlo Licata in onda, domani, su Raiuno, dopo il Tg della notte.

Nello stesso numero, il Marocco osservato da un fotografo, con il bianco e nero che riesce a scoprire armonie e grazie nascoste di una realta' frastornata dall'intersecarsi di islamismo e occidentalismo. Quindi, una incursione nel mondo della moda e della pubblicita'. Due settori che, sempre piu', propongono la realta' Mediterranea come set fotografico o come richiamo sicuro per la promozione di un prodotto, anche quello piu' sofisticato.

Poi, il presidente della Rai, Letizia Moratti parla della necessita' di intensificare la collaborazione internazionale nella produzione televisiva. E in questo quadro il Mediterraneo -conferma Letizia Moratti- avra' un rilievo particolare. Per finire, prove di ballo seguendo le percussioni de ''Il Dio del Tuono''. Mediterraneo e' condotto in studio da Rosa Ricciardi. La regia e' di Gabriella Guarnera.

(Com/Pn/Adnkronos)