TEATRO: DOPO VENTI ANNI ''I MALAVOGLIA'' A CATANIA
TEATRO: DOPO VENTI ANNI ''I MALAVOGLIA'' A CATANIA
CONFERENZA STAMPA A ROMA IL 17 LUGLIO

Roma, 8 lug. -(Adnkronos)- La 'classicita' di un'opera, cioe' la sua sostanziale modernita' -come l'intendono alcuni storici della letteratura- si rivela soprattutto a teatro dove l'opera svela la sua durata nel tempo. E' il caso dei ''I Malavoglia'' di Giovanni Verga che ''non hanno esaurito la propria carica emotiva'' a distanza di vent'anni dall'ultima rappresentazione.

La cooperativa Teatro del Sud di Catania ha deciso di rimettere in scena il capolavoro del verismo italiano, ''finanziando in proprio l'impresa''. L'iniziativa sara' presentata, il 17 luglio a Roma, nel Palazzo della Regione Sicilia (Via Marghera, 36) alle ore 11.

Lo spettacolo -che debuttera' a fine luglio a Catania e poi dal capoluogo si spostera' in alcuni centri della provincia- si avvarra' del determinante contributo di Valentina Fortunato (nei panni di Maruzza), vera ''presenza-guida per il teatro italiano'' e di Miko Magistro, Riccardo Garrone e Berta Ceglie. Regista Nicasio Anzelmo.

'''I Malavoglia', a cento e piu' anni dalla prima uscita -sottolinea il giovane regista- non possono essere considerati 'risolti', per ampiezza e respiro umano''. Quel 'risolti' spiega bene l'intensita' del rinnovato approccio con il capolavoro verghiano, che come tutte le opere d'arte, presenta sempre nuovi codici di lettura, ma soprattutto, per quanto concerne il teatro, nuovi livelli di immedesimazione-rappresentazione. Il problema infatti non e' 'recitare', ne' semplicemente 'entrare nella parte', ma svelare sempre di piu' il 'modello' che Verga aveva in mente. (Segue)

(Pal/Zn/Adnkronos)