MONARCHIA: MILITANTI DEL PDS - MEGLIO IL RE DEL PRESIDENTE
MONARCHIA: MILITANTI DEL PDS - MEGLIO IL RE DEL PRESIDENTE

Milano, 12 lug. -(Adnkronos)- ''La crisi italiana? Se ci fosse il re, anziche' il presidente della Repubblica, la situazione sarebbe senz'altro migliore''. Non e' l'affermazione di un nostalgico monarchico bensi' di una ''cellula'' del Pds, per la precisione quella dell'ospedale ''Fatebenefratelli'' di Milano. A guidare il piccolo gruppo di filo-monarchici progressisti e' Faustino Boioli, primario di radiologia, che dal '75 al '90 e' stato assessore prima al Comune e poi alla Provincia di Milano. Il primo obiettivo che Boioli si e' prefisso e' quello di ''convincere la sinistra a superare la pregiudiziale antimonarchica'', impegnandola a togliere dalla Costituzione la norma che vieta agli eredi di Casa Savoia il ritorno in patria.

Il primo banco di prova del confronto fra monarchici e dirigenti del Pds si avra' domani a Milano nel corso di un convegno organizzato dallo stesso Boioli sul tema ''Paura del corpo del re: dalla esacrazione alla memoria''. Parteciperanno Nicola Amoretti, consigliere politico del duca Amedeo d'Aosta, Giampiero Borghini, ex sindaco di Milano e gia' dirigente del Pds, Sergio Boschiero, segretario della Federazione monarchica italiana, Elio Quercioli, segretario del comitato regionale del Pds, Giulio de Renoche, presidente del Movimento monarchico italiano, Gianni Pilo, deputato di Forza Italia, Enzo Trantino, deputato di Alleanza Nazionale, ed Agostino Viviani, componente del Consiglio superiore della magistratura.

''Anche se non sarebbe uno scandalo trasformare la nostra repubblica in una monarchia -ha aggiunto Boioli- sarebbe gia' importante che la sinistra riuscisse a confrontarsi sul tanto discusso esilio dei Savoia''.

(Pam/Pn/Adnkronos)