OZONO: SUL FINANCIAL TIMES UN APPELLO PER I PRODOTTI ITALIANI
OZONO: SUL FINANCIAL TIMES UN APPELLO PER I PRODOTTI ITALIANI

Roma, 12 lug. - (Adnkronos) - Una grande ''finestra'' a pagamento sul prestigioso Financial Times, per difendere un prodotto salva-ozono made in Italy. L'idea e' di una piccola azienda, la Safety Hi Tech di Roma, che da mesi combatte per ottenere il via libera dell'Unione Europea ai Naf, una serie di prodotti anti-fiamme realizzati con sostanze che non danneggiano la fascia di ozono. Una ''guerra'' impari perche' i Naf sono sostituti degli halons, sostanze pericolossime per le molecole di ozono, ma ancora largamente usate in Gran Bretagna e in Francia. ''Le lobbies britanniche fanno pressioni a Bruxelles contro il nostro prodotto -spiega Umberto Pradella della Safety Hi Tech- cosi' abbiamo deciso di scrivere questa lettera-appello al presidente della Commissione Ue, Santer, e di spiegare direttamente ai lettori del prestigioso quotidiano economico le nostre ragioni''.

L'appello si presenta in veste di lettera aperta al Presidente della Comissione Ue, Jacques Santer, e apre con un titolo a grassetto ''La distruzione della fascia di ozono continua''. Nel testo viene spiegata la pericolosita' degli halons, le caratteristiche ambientali favorevoli dei Naf italiani e le ragioni dello ''stop'' di Bruxelles. ''L'Europa non e' pronta a accettare la proposta italiana -recita la lettera- e permette cosi' che venga prolungato l'uso di sostanze pericolose come gli Halons. Per difendere interessi commerciali di vasta portata, l'Europa e' pronta ad assumersi la responsabilita' di mettere a rischio e compromettere la difesa della fascia di ozono, mettendo a rischio la salute e l'umanita'. Facciamo appello affinche' gli interessi dell'Europa, degli Europei non siano dimenticati''.

(Ccr/Zn/Adnkronos)