TRAPIANTI: TRIBUNALE MALATI-AIDO 'PROPOSTA DI LEGGE ALL'ODG'
TRAPIANTI: TRIBUNALE MALATI-AIDO 'PROPOSTA DI LEGGE ALL'ODG'

Roma, 12 lug. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - In un comunicato congiunto del Tribunale dei Diritti del Malato e dell'Associazione Donatori Organi (AIDO), diffuso dopo la manifestazione di protesta, svoltasi questa mattina a Roma davanti a Palazzo Madama, si legge:''preso atto che la Commissione Sanita' del Senato licenziera' oggi definitivamente il testo di legge sulla manifestazione di volonta' per il prelievo di organi nei trapianti, chiedono ai capigruppo di tutte le forze politiche di mettere all'ordine del giorno dell'aula, entro la prossima settimana, la discussione del disegno di legge come 'atto doveroso nei confronti dei diritti dei cittadini''.

''Non e' possibile che ancora si tergiversi sulla legge sui trapianti, e soprattutto in materia di manifestazione del consenso - ha commentato Teresa Petrangolini, Segretario Nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato -. Il silenzio-assenso, cosi' come presentato nella legge, fornisce sufficienti garanzie per i cittadini, anche per coloro che non se la dovessero sentire di donare i propri organi''.

''Il silenzio-assenso, previsto dal testo in discussione in Parlamento, scatta dopo quasi due anni dall'entrata in vigore della legge - ha spiegato la Petrangolini - in modo che lo Stato, nel frattempo, possa informare tutti i cittadini sul contenuto della legge: cosi' chi desidera donare potra' utilizzare il silenzio-assenso, mentre chi non lo vuole potra' esplicitare la sua volonta'. Non vorremmo che non approvando la legge - ha continuato la Petrangolini - si impedisca di fatto ai cittadini italiani di fare il proprio dovere, per poi accusarli di essere insensibili al tema dei trapianti. Non e' piu' accettabile che in un paese civile - conclude - debbano 'decidere', dopo la morte della persona, i parenti che si trovano tra l'altro in un momento 'difficile' e doloroso''.

(Sal/As/Adnkronos)