I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Bonn. Quarto colloquio telefonico fra il cancelliere tedesco e il presidente russo in meno d'un mese. Un solo argomento: la situazione nella ex Jugoslavia. Nel corso della conversazione e' stato concordato un prossimo viaggio di Kohl e Mosca per un vertice con Eltsin dedicato appunto alla ricerca di una soluzione per la crisi balcanica. Un comunicato del Cremlino precisa che il cancelliere sara' a Mosca ai primi di settembre e che la visita durera' alcuni giorni.

Sarajevo. L'espulsione dei croati dalla roccaforte serbobosniaca di Banja Luka e' stata praticamente ultimata. E' quanto ha denunciato il portavoce dell'Onu a Zagabria, Chris Gunness, precisando che al momento un totale di 11.500 persone sono state costrette dai serbi di Bosnia ad abbandonare la citta', una cifra che corrisponde ''alla maggioranza dei croati'' di Banja Luka. Gunness ha reso poi noto che nella sola giornata di ieri hanno attraversato la frontiera con la Croazia 400 croati di Bosnia, accolti dal battaglione nepalese dei caschi blu di stanza nella Slavonia occidentale. Per oggi e' atteso l'arrivo di altri 700 sfollati in fuga da Banja Luka.

Vienna. Sarebbero ''del tutto prive di fondamento'' le accuse mosse dalle Nazioni Unite e da numerose organizzazioni umanitarie internazionali, secondo cui l'esercito croato si sarebbe reso responsabile di crimini di guerra e della distruzione di interi villaggi nel corso della sua offensiva nella Krajina. Lo ha affermato oggi a Vienna il ministro degli Affari esteri croato Mate Granic, smentendo inoltre l'esistenza di fosse comuni. In ''taluni casi'', ha ammesso il ministro, si sono registrati degli ''eccessi'', che non andrebbero peraltro attribuiti all'esercito regolare croato. Dati precisi sul numero delle vittime provocate dall'offensiva croata tra la popolazione civile non sono ancora disponibili, ha aggiunto Granic: finora sono stati contati 534 corpi di vittime serbe, tra cui 24 civili. I caduti da parte croata sarebbero invece 174.

New York. La Commissione dell'Onu contro la discriminazione e per la protezione delle minoranze, dopo aver esaminato un numero imprecisato di testimonianze, documenti e video, denuncia l'esistenza di un traffico clandestino internazionale di organi prelevati da bambini appositamente uccisi. Questi reati verrebbero commessi, con frequenza allarmante, soprattutto in Centro e Sud America e in Asia. Il portavoce della Commissione Onu si e' rifiutato di indicare i paesi sospetti.

Tel Aviv. Israele e l'Autorita' nazionale palestinese (Anp) hanno raggiunto un ''accordo di principio'' sulla suddivisione delle risorse idriche in Cisgiordania, attualmente afruttate al 75 per cento dagli israeliani. Lo hanno annunciato ad Eilat, localita' balneare israeliana sul Mar Rosso, il ministro dell'Agricoltura dello Stato ebraico, Ya'aciv Tsur, e il suo omologo per l'Anp, Ahmed Queria. Secondo Tsur, l'accordo ''riconosce i diritti palestinesi'', anche se questi dovranno essere specificati nel dettagli in negoziati ad hoc che si terranno l'anno prossimo. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)