INTELLETTUALI: FERRAROTTI, ECO & C. FAVORISCONO L'INTOLLERANZA (2)
INTELLETTUALI: FERRAROTTI, ECO & C. FAVORISCONO L'INTOLLERANZA (2)

(Adnkronos) - Il sociologo giudica negativamente l'iniziativa dei partecipanti all'assise che avevano annunciato la loro intenzione di ''inventare un libro inaudito, uno specialissimo manuale da pubblicare identico in tutto il mondo perche' capace di dire a ognuno che il razzismo e' maledetto''. ''Da notare che il manuale si rivolge ai ragazzi - commenta Ferrarotti - perche' gli adulti, secondo i promotori della gigantesca iniziativa, sono gia' perduti. Ma non sono proprio gli adulti che hanno taciuto sulle colpe di ieri, sul razzismo, l'antisemitismo, l'intolleranza? Piu' grave ancora: non sono gli intellettuali, gli accademici, i patiti del primato dell'Europa di ieri, oggi e domani, coloro che hanno da sempre esaltato la loro cultura per natura superiore ed egemone su tutte le altre?''

Richiesto di una spiegazione sul pesante attacco, Ferrarotti ha affermato: ''Le persone vanno sempre rispettate, sono le idee che vanno discusse. Contro Eco e gli altri intellettuali non ho nessun rancore personale. Mi limito a sottolineare che e' deleterio per chi vuol combattere l'intolleranza sostenere la tesi che l'Europa debba ancor oggi essere considerata come la pietra miliare della cultura mondiale. Fin quando esistera' questa forte pregiudiziale i germi dell'intolleranza non verranno distrutti. Purtroppo, queste idee negative sulle culture non europee sono ancora troppo presenti nelle nostre universita'. E' l'ora che gli intellettuali comprendano che non sono fuori ma sono parte del problema dell'intolleranza: soprattutto quelli di sinistra devono riflettere sui motivi per i quali negli ultimi decenni si e' assistito in Europa a una recrudescenza dei movimenti razzisti nonostante l'egemonia culturale marxista''.

(Pam/Gs/Adnkronos)