HARRY WU: CONDANNATO A 15 ANNI DI RECLUSIONE (NUOVO)
HARRY WU: CONDANNATO A 15 ANNI DI RECLUSIONE (NUOVO)

Pechino, 24 ago. (Adnkronos/Dpa)- Condannato a 15 anni ed espulso dalla Cina: questa la sentenza emessa oggi dal tribunale della citta' di Wuhan nei confronti dell'attivista sinoamericano Harry Wu, fermato nel giugno scorso mentre cercava di entrare sotto falso nome in Cina dal Kazakhistan, e formalmente incriminato l'8 luglio scorso per spionaggio. Ora Harry Wu, vero nome Wu Hongda, ha tempo dieci giorni per appellarsi alla decisione del giudice ma, secondo quanto reso noto un portavoce dell'ambasciata americana a Pechino, l'attivista ha rifiutato tale opportunita'. Secondo quanto affermano le autorita' cinesi, Wu potrebbe pero' essere liberato per buona condotta: funzionari americani sono convinti dell'esistenza di un forte legame tra la liberazione di Wu e la partecipazione delle first lady Hillary Clinton alla Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulle donne, che si svolgera' a Pechino dal 4 al 15 settembre.

L'amministrazione americana, che dal giorno dell'arresto di Wu preme in maniera molto forte per la sua liberazione, non e' riuscita ancora a sapere quanto tempo l'attivista dovra' rimanere in prigione prima di essere espulso: ''Quello che rimane ancora un mistero e' quando Harry Wu sara' liberato'', ha confermato un portavoce dell'ambasciata americana a Pechino. Harry Wu, 58 anni, e' cosi' diventato il nuovo pomo della discordia tra Washington e Pechino in un momento particolarmente difficile per i rapporti sinoamericani. (segue)

(Giz/Pe/Adnkronos)