PRIEBKE: ANCHE LA GERMANIA CHIEDE L'ESTRADIZIONE (2)
PRIEBKE: ANCHE LA GERMANIA CHIEDE L'ESTRADIZIONE (2)

(Adnkronos/Dpa)- Secondo Barba, il trattato di estradizione italo-argentino del 1886, sul quale si basa la sentenza contro l'estradizione, e' ormai ''obsoleto'' e sostituibile da altre convenzioni internazionali che stabiliscono il carattere ''imprescrittibile'' dei reati imputati a Priebke: ''con questa sentenza l'Argentina si pone nella condizione di violare impegni internazionali seri''.

Sempre su ''Radio Mitre'', il procuratore militare italiano Antonio Intelisano ha rilevato che i crimini contro l'umanita' non cadono in prescrizione e si e' detto ottimista sull'eventualita' che la Corte Suprema di Buenos Aires ribalti la sentenza di General Roca. ''Siamo fiduciosi che la sentenza possa essere corretta in appello, perche' il prossimo passo e' la Corte Suprema e dobbiamo sperare che questa decida definitivamente'', ha dichiarato il consigliere dell'ambasciata d'Italia a Buenos Aires, Uberto Vanni d'Archirafi.

Il rappresentante in Argentina del Centro Simon Wiesenthal, Sergio Wider, aveva annunciato in giornata a Buenos Aires all'agenzia ufficiale argentina ''Telam'' che la sede centrale del Centro a Los Angeles ha lanciato un appello al governo della Germania affinche' Bonn chieda l'estradizione di Priebke. ''Abbiamo fatto presenti alle autorita' giudiziarie le nostre preoccupazioni ed abbiamo chiesto loro che il caso venga immediatamente portato alla Corte Suprema -ha detto Wider- Speriamo che la Corte possa accogliere un altro criterio, perche' questa persona ha ucciso vittime innocenti e non puo' sfuggire alla giustizia''. (segue)

(Lun/Pe/Adnkronos)